Tag Archives : Pitigliano

CANTINE DI PITIGLIANO – Pitigliano

La cooperativa nasce nel 1954 da 11 produttori di vino e se anche oggi i soci sono 600, lo spirito di quegli anni è rimasto immutato come sembrano immutati i luoghi dove crescono i vigneti. La qualità dei vini D.O.C., nasce dall’equilibrio tra un glorioso passato ed una corretta interpretazione del presente e del futuro.

La Cantina Cooperativa da 50 anni produce vini, sia bianchi che rossi. I vini di questa cooperativa sono inseriti nelle migliori guide di vini italiani da Luca Maroni a Gambero Rosso, dalle stesse sono stati più volte premiati in varie occasioni: nel 2006 con il premio Best Buy (quality/price) al SIAL in Francia con il Vignamurata Sovana Superiore Sangiovese Doc. Oltre al Bianco di Pitigliano, nella sua versione Doc e Superiore (Ildebrando) vengono prodotti altri vini fra cui sia rossi che bianchi DOC e IGT, nonchè due spumanti brut e dry Aldobrandesco, l'olio I.G.P. delle colline Toscane e infine, la Grappa del Fauno proveniente da uve Chardonnay.

INFORMAZIONISCHEDA
DestinazioneMaremma Grossetana
IndirizzoVia N. Ciacci, 974
58017 · Pitigliano (GR)
ProdottiOltre al Bianco di Pitigliano, nella sua versione Doc e Superiore (Ildebrando) vengono prodotti altri vini fra cui sia rossi che bianchi DOC e IGT, nonchè due spumanti brut e dry Aldobrandesco, l'olio I.G.P. delle colline Toscane e infine, la Grappa del Fauno proveniente da uve Chardonnay.
Mappa Interattivaicona
vai al sito

SFRATTO DI PITIGLIANO

Lo sfratto è un dolce ebraico tradizionale tipico di Pitigliano, a base di noci e miele. Trae il nome dall'usanza di picchiare alla porta degli ebrei con un bastone,in seguito all'editto di sfratto e trasferimento verso il ghetto pitiglianese.

INFORMAZIONISCHEDA TURISTICA
Categoria Enogastronomia
DestinazioneColline del Fiora
Ingredienti principalicontiene un ripieno composto da miele, scorzette di arancio, noci, anice e noce moscata
Mappa Interattivaicona

MUSEO DIOCESANO – Pitigliano

Allestito nel 1989 in quella che fu la residenza degli Orsini, il museo diocesano si articola in oltre venti sale espositive. Vi si possono ammirare opere uniche di oreficeria e argenteria, monete, sculture lignee realizzate fin dal secolo XIV (tra le quali la statua di Niccolò III Orsini e la “Madonna con Bambino” di Jacopo della Quercia), dipinti su tavola e su tela (tra le quali opere di G. Cozzarelli, A. Casolani, F. Zuccarelli, P. Aldi), manoscritti e libri antichi. Inoltre si possono ancora ammirare parte dei soffitti originali con decorazioni Quattrocentesche e affreschi con raffigurazioni floreali e figure legate alla famiglia Orsini.

INFORMAZIONISCHEDA TURISTICA
DestinazioneColline del Fiora
Categoria Arte, Storia e Cultura
Visita guidata nelle seguenti lingueitaliano - spagnolo - francese - inglese
Durata1 ora
PeriodoGennaio - Dicembre
Mappa Interattivaicona
PRENOTA UNA GUIDA

Città del Tufo – Colline del Fiora

Pacchetto vacanza dedicato a chi ama riscoprire le città etrusche e perdersi nei vicoli dei borghi in collina. Da non perdere le degustazioni di ottimi vini.

1° giorno | Relax

“Mens sana in corpore sano”. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione in hotel con SPA: un caldo benvenuto per staccare subito dallo stress.

2° giorno | Parco Archeologico Città del Tufo

Dopo la colazione partenza per la visita al suggestivo Parco Archeologico Città del Tufo, che comprende un insieme di tracce etrusche tra le aree di Sovana, Sorano e Pigliano. Visita all’area monumentale di Sovana, con l’imponente e sorprendente Via Cava, alla città rupestre di Vitozza e ai resti di fortificazioni, chiese e anche numerosissime grotte (più di duecento) che furono utilizzate come stalle, abitazioni e luoghi di lavoro.

3° giorno| Pitigliano

 La giornata si apre con la visita ad uno dei maggiori caseifici presenti nella zona, per seguire il processo di lavorazione che dà vita ad un prodotto unico. La visita si conclude con un delizioso light-lunch a base di prodotti tipici maremmani. Il pomeriggio prosegue spostandosi verso il centro storico di Pitigliano, un magico intreccio di epoche, riflesse negli affascinanti ambienti scavati nel tufo, negli imponenti monumenti rinascimentali, negli intricati vicoletti che animano il borgo.

4° giorno | Visita e degustazione in Cantina

La mattinata è dedicata alla scoperta dei grandi vini maremmani: il poter andare direttamente dal produttore, assaggiare i vini sul posto e visitare la tenuta, è senz’altro un’esperienza eccezionale per assaggiare e portare con sè parte della Maremma.

LA QUOTA COMPRENDE

  • Hotel 4* con trattamento di pensione completa
  • 1 ingresso SPA (trattamenti esclusi)
  • Pasti: 3 cene, 1 pranzo al sacco, 1 light-lunch
  • 1 degustazione in Cantina
  • Visite come da programma

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Guide locali per le visite dei siti e dei luoghi di interesse menzionati in programma
  • Gli ingressi e la tassa di soggiorno nelle strutture ricettive
  • Servizi, spese personali e tutto quanto non espressamente menzionato alla voce “La quota comprende”.

NOTE OPERATIVE

Il servizio di guida locale è un servizio su prenotazione. È possibile svolgere escursioni nelle seguenti lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese.Su alcune partenze, in caso di chiusura per turno di alcuni complessi museali, potrà accadere che gli stessi vengano sostituiti con complessi di pari interesse.Il trattamento di pensione completa è composto dalla cena e dal pranzo al sacco per le escursioni giornaliere, qualora non sia prevista altra modalità di pranzo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE €189,00
Con validità dal 1 Marzo al 30 Giugno e dal 1 Settembre al 31 Ottobre

INFORMAZIONISCHEDA TURISTICA
Prezzo189 €/persona
DestinazioneColline del Fiora
CategoriaArte, Storia e Cultura
Durata4 Giorni - 3 Notti
Periododal 1 Marzo al 30 Giugno e dal 1 Settembre al 31 Ottobre

PRENOTA